25 Luglio 2017 - 08:28

                  

                                                                                                   CATASTO  

Sino a non troppi anni fa, le pratiche catastali andavano fatte utilizzando un gran numero di moduli cartacei, canne, squadri e paline. Le planimetrie erano disegnate manualmente su carta millimetrata. Ora è tutto altamente informatizzato.  Pregeo e docfa si fanno esclusivamente con l'uso del personal computer e appositi programmi ministeriali e non solo. Ci sono innumerevoli programmi softwara ai quali i tecnici sono obbligati a rivolgersi per l'espletamento delle pratiche catastali collegati alle moderne strumentazioni digitali per i rilievi. Inoltre occorrono firma digitale, apertura di conti deposito per il pagamento dei diritti catastali dovuti e specifiche competenze sulle procedure tecniche. 
Il
catasto, come comunemente conosciuto, è suddiviso in due sezioni principali : il catasto terreni ed il catasto urbano.
Alla prima sezione andranno presentate le variazioni con procedura PREGEO che riguardano principalmente i terreni, le colture, le divisioni di aree, etc. Alla seconda sezione fanno invece riferimento le variazioni con procedura DOCFA tipiche degli immobili : Ampliamenti, variazione della distribuzione interna, sopraelevazioni, recuperi abitabili dei sottotetti, etc. 
Tecnicamente ha più volte cambiato denominazione ed attualmente è conosciuto come agenzia del territorio,
il catasto  è la memoria storica necessaria per individuare correttamente tutti gli immobili presenti sul territorio ed adottare  la relativa tassazione, siano essi residenziali, agricoli od industriali. 
In caso di ampliamento o modifiche interne che cambiano il numero dei vani o la distribuzione interna occorre presentare la reativa denuncia di variazione agli uffici competenti., completa degli elaborati grafici con la rappresentazione delle unità immobiliari variate.  
Se la modifica ha comportato variazione della rappresentazione in pianta, si dovrà preliminarmente predisporre la pratica al catasto terreni per l'aggiornamento della mappa catastale.
Tutte le pratiche sopra indicate, attualmente possono essere predisposte e presentate con procedura informatizzata online.
Per le visure su terreni e fabbricati,  la richiesta di estratti mappali, presentazione di nuove schede, etc. è previsto il pagamento di diritti catastali obbligatori, da versare con carta di credito previa apertura di conto online e firma digitale, che viene rilasciata ai professionisti tecnici che ne fanno richiesta alla agenzia delle entrate.
La variazioni vanno presentate entro gg. 30 dalla ultimazione dei lavori. Per presentazioni dopo tale termine si applicano sanzioni variabili e spesso anche molto onerose. Pertanto occorre provvedere nei tempi prescritti. 
Le variazioni con le nuove rendite hanno incidenza sui conteggi realtivi ad IMU ed irpef per la tasazione degli immobili ed effetto sulla imposizione in occasione di compravendite. Vanno pertanto comunicate, nei termini, agli uffici tributi comunali.   
Oltre alle variazioni o denunce di nuove costruzioni, al catasto vanno presentati i tipi di frazionamento per la suddivione di terreni agricoli e non, previa notifica al comune che restituirà copia del tipo, debitamente firmata.
Della materia catastale, meglio identificato come topografia, fanno parte anche i rilievi, le misurazioni ed i  riconfinamenti, eseguiti con apposita strumentazione e relativi programmi software. Spesso sono  fonte di liti e controversie tra comproprietari e confinanti che affollano le aule dei tribunali e dei giudici di pace. Non sempre è facile ricostruire un confine o trovare le prove per affermare la proprietà di  un bene od un diritto acquisito. Per lavori particolarmente impegnativi e complessi è possibile richiedere l'intervento di tecnici altamente specializzati nel settore, dotati delle più moderne attrezzature e conoscenze. Spesso il lavoro è di ausilio agli studi legali che si avvalgono della consulenza dei tecnici per transazioni amichevoli tra le parti,  perizie  tecniche o consulenze CTU.  
 



                                                                                                   
                                                                                                  SUCCESSIONI
Il geometra può efficacemente intervenire per gli adempimenti previsti in caso di DENUNCE DI SUCCESSIONE con relative volture catastali.La denucia di successione è un obbligo di legge per gli eredi chiamati ad ereditare. Va obbligatoriamente presentata entro un anno dalla data del decesso. 

Entro i 30 giorni successivi andranno presentate le relative volture catastali per l'aggiornamento delle ditte riportate al catasto.
Nel caso di successioni legittime ove non è presente un testamento, non è necessario l'intervento del notaio, essendo possibile provvedere a tutti gli adempimenti di legge semplicemente tramite il tecnico di fiducia, che con delega, potrà sostituire gli eredi in tutto e per tutto, anche verso le banche per sbloccare conti correnti ed investimenti mobiliari.  

Nei passaggi per  cause di morte sono previste imposte da pagare in proporzione al valore dei beni caduti in successione.  E' obbligatorio inserire nella deuncia anche le somme depositate a nome del de cuius suu conti correnti ed investimenti mobiliari.La banca rilascerà un estrato conto con gli importi da riportare.  Inoltre andranno dichiarati  sulla denuncia i dati relativi a donazioni effettuate in vita.

                                                                                                
RIQUALIFICAZIONI

Discorso a parte lo merita la riqualificazione immobiliare. Può essere statica per il miglioramento delle caratteristiche antisismiche oppure energetica, se si interviene sulla qualità dell'isolamento. Entrambe usufruiscono a vario titolo di agevolazioni previste dalla legge per detrazioni d'imposta.
Inolte, un buon intervento di riqualificazione valorizza l'immobile di vetusta costruzione, dandogli un valore di mercato più alto.  Ogni intervento deve essere attentamente valutato per quanto riguarda costi e benifici.  Negli interventi strutturali sarà necessario l'intervento di tecnico qualificato del settore.